Header Ads

Sei Nazioni: tutto pronto per la 2a giornata


Dopo un'entusiasmante giornata di apertura del Sei Nazioni 2018, siamo già proiettati su cosa ci riserverà il secondo round.


L'Inghilterra, che è in testa alla classifica dopo la vittoria in Italia di domenica scorsa,  accoglierà sabato prossimo il Galles al Twickenham Stoop. Nella stessa giornata ci sarà anche l'esordio casalingo, sul campo di Scotstoun, della Scozia che proverà a mettere i bastoni tra le ruote ad una lanciatissima Francia, reduce da una vittoria piuttosto netta con l'Irlanda, nella quale non ha subito nemmeno un punto. La partita più interessante sarà sicuramente quella di domenica a Donnybrook tra Irlanda ed Italia, che quest'anno si presenta davvero difficilmente pronosticabile. L'Irlanda è un cantiere aperto e l'Italia ha mostrato buonissime cose nel primo tempo con l'Inghilterra, ma ha pagato a caro prezzo (tre infortuni) il suo fervore difensivo.

Inghilterra – Galles
Un anno fa, sul proprio campo, questa partita fu una vera e propria catastrofe per le gallesi, con l'Inghilterra che si impose 63 – 0 prendendosi il bonus offensivo in meno di mezz'ora. Dopo 12 mesi gli equilibri non sembrano cambiati molto, pur con un Inghilterra in un certo modo sperimentale, il pronostico è dato da tutti quasi per scontato.Il Galles è riuscito a fatica a battere la Scozia nella prima giornata del torneo ed arriva con rinnovata fiducia nella guida di Rowland Phillips, anche dopo il miglioramento evidente in Coppa del Mondo, ma tutto questo è difficile che basti a frenare la corsa delle Red Roses. 
L'Inghilterra ha apportato due modifiche al XV iniziale che ha sconfitto l'Italia, con Amy Cokayne che ritorna titolare come tallonatrice, mentre Danielle Waterman (che segnò due mete a Cardiff l'anno scorso) torna nel suo naturale ruolo di estremo con lo spostamento di Ellie Kildunne a centro. Questo significa che Charlotte Pearce farà la sua prima apparizione da titolare con l'Inghilterra dopo essere partita dalla panchina a Reggio Emilia lo scorso fine settimana.
L'allenatore dell'Inghilterra, Simon Middleton, ha dichiarato: "Il Galles gioca con una difesa molto aggressiva, quindi ci sarà molta pressione quando avremo la palla. Hanno anche un pacchetto di mischia forte e ben organizzato, che abbiamo visto la scorsa settimana quando hanno giocato in Scozia, questa sarà l'area chiave del gioco".
Nel Galles ritornano due giocatrici di grande esperienza come Elinor Snowsill, che partirà come estremo e Sioned Harries come n.8. Il duo torna in squadra dopo aver partecipato al Super 7s di Brisbane in Australia, con la nazionale gallese. Il ritorno della Harries vede Siwan Lillicrap spostarsi dalla terza alla seconda linea, mentre Rhiannon Parker sarà la mediana di mischia titolare.
Phillips ha dichiarato: "L'Inghilterra è una squadra forte e stabile, che ha già fatto fatto vedere di cosa è capace con una vittoria di forza in Italia, ma dobbiamo concentrarci sul nostro gioco e costruire una prestazione efficace a Colwyn Bay".

Scozia - Francia
Le due mete di Jade Le Pesq hanno certamente rappresentato il momento clou di un impressionante prestazione francese nel primo turno. Sul campo di Tolosa l'Irlanda è stata totalmente messa sotto in tutte le fasi di gioco e non è riuscita a segnare neppure un punto. Terza in Coppa del Mondo l'anno scorso, e terzo nel Sei Nazioni dello scorso anno, la Francia è decisa a contendere il trofeo all'Inghilterra fino all'ultima giornata e va in Scozia piena di fiducia.
Sono solo due cambiamenti rispetto al XV che ha battuto l'Irlanda allo Stade Ernest Wallon: Audrey Forlani parte in seconda linea dal primo minuto, con Celine Ferer spostata in panchina, mentre Patricia Carricaburu inizierà in prima linea come pilone sinistro al posto di Julie Duval. Milena Soloch e Fiona Lecat fanno il loro esordio in squadra: partiranno entrambe dalla panchina.
La Scozia di Shade Munro, ha perso contro il Galles nel weekend di apertura, ma ci sono diversi motivi per essere ottimisti, dopo la prestazione di Colwyn Bay.
Chloe Rollie ha messo a segno una doppietta e Jade Konkel, una volta tornata a ricoprire la sua naturale posizione di n°8 ha dato il suo contributo segnando una meta, che se non è bastata per vincere la partita ha dato alle scozzesi il meritatissimo punto di bonus difensivo.
La capitana della Francia, Gaelle Hermet non vuole sottovalutare la squadra scozzese, anche se lo scorso anno fra le due squadre non ci fu praticamente partita, con la Francia che si impose con un nettissimo 55 – 0.
"Siamo molto contente di aver vinto contro l'Irlanda ed aver iniziato bene il torneo: questo era il nostro primo obiettivo e siamo soddisfatte di averlo centrato", ha detto. "Ma guardando la Scozia contro il Galles, abbiamo visto che le scozzesi sono molto pericolose quando muovono il pallone, dovremo stare in guardia, soprattutto in difesa".

Irlanda - Italia
Dopo la brutta giornata francese l'Irlanda dovrà necessariamente riprendersi e domenica quando a Donnybrook arriverà l'Italia, Adam Griggs, allenatore irlandese, è sicuro che la sua squadra darà una risposta adeguata.
Dopo il 24 – 0 contro Les Bleues nel primo round, Griggs ha apportato alcune modifiche per questa partita: Katie Fitzhenry entra in squadra per affiancare Sene Naoupu come centro, mentre il resto della linea dei trequarti rimane invariato. Fitzhenry era assente nella prima giornata essendo in campo con la nazionale 7s al Sydney 7s ed arriva in sostituzione di Claire McLaughlin, che questa volta partirà dalla panchina.
Per quanto riguarda la mischia, la prima linea rimane la stessa, con la tallonatrice Cliodhna Moloney in coppia con Lindsay Peat e Fiona Reidy, mentre per la seconda linea Paula Fitzpatrick sostituirà Nichola Fryday. Le flanker Anna Caplice e Claire Molloy si uniranno nuovamente al capitano Ciara Griffin in 3a linea, mentre in squadra entrano anche due giocatrici esordienti, Edel McMahon e Michelle Claffey, entrambe in panchina.
"È stato un incontro molto duro in Francia lo scorso fine settimana, è sempre difficile arrivare lì e ottenere un buon risultato. Siamo delusi in alcuni aspetti della nostra prestazione e siamo consapevoli di avere molto da imparare e da sviluppare in questa settimana", ha detto Griggs. "Ci sono molte nuove combinazioni che stiamo provando e ci vorrà del tempo per apprenderle ed applicarle in maniera efficace. Ci concentreremo sul miglioramento delle nostre prestazioni per la prima delle tre partite casalinghe a Donnybrook".
Pur reduce da una sconfitta, l'Italia arriverà a Dublino con molta fiducia nei propri mezzi, dopo un bel primo tempo contro l'Inghilterra lo scorso fine settimana, che ha visto le azzurre terminare in parità con le Red Roses 7 - 7 grazie alla meta di Valentina Ruzza, trasformata da Michela Sillari. Una prestazione difensiva assolutamente solida quella delle azzurre, che però poi si sono dovute arrendere alla maggior fisicità delle avversarie. Purtroppo la grande intensità difensiva è costata cara alle ragazze di Di Giandomenico, che hanno rimediato ben tre infortuni a Veronica Madia, Valeria Fedrighi ed Elisa Giordano, con le prime due che potrebbero dover concludere il torneo anzitempo. Al loro posto sono state chiamate Annamaria Gizzi (già in campo con le azzurre a Biella contro la Francia lo scorso novembre), Giada Franco, che farà il suo esordio assoluto in azzurro e Miriam Pagani, già vista in campo con la nazionale 7s. Ancora non è stata annunciata la formazione azzurra e nessuna dichiarazione è stata rilasciata dallo staff.

Nessun commento

Powered by Blogger.