Header Ads

A Le Puma Bisenzio il "derby dell'Arno": CUS Pisa battuto 41 - 0


Tornano alla vittoria, sul campo di casa, Le Puma Bisenzio. Nel 14° turno della Serie A femminile, le ragazze di coach Cirri si aggiudicano nettamente il “derby dell'Arno” battendo le cugine del CUS Pisa 41 - 0. 


Partono subito in attacco le fiorentine, ma senza far male più di tanto ed i primi tentativi in attacco si infrangono contro l'ordinata quanto determinata difesa delle Linci. Dopo i primi venti minuti, nei quali la supremazia delle padrone di casa risulta piuttosto sterile, l'equilibrio si rompe grazie alla meta di Fineschi; Di Vitantonio non centra i pali lasciando il punteggio sul 5 – 0. Passano pochi minuti e Fineschi si ripete ma l'arbitro non convalida la segnatura, sulla mischia successiva, però, Le Puma riguadagnano il possesso dell'ovale che si muove velocemente al largo dove è Di Vitantonio che di forza va a schiacciare per la seconda meta.

Il gioco de Le Puma è strutturato ma pericoloso: pochi calci e molto possesso, mischia dominante e area del break down che viene gestita finalmente al meglio.
E’ un buon momento per le rossoblu che, sul finale del tempo, convertono una palla recuperata grazie ad una splendida controruck nella terza meta di giornata, con Santini che pesca in controtempo tutta la difesa avversaria e va a segnare in mezzo ai pali, dopo aver evitato il disperato tentativo di placcaggio dell'estremo avversario e questa volta arriva anche la trasformazione di Di Vitantonio. Dopo aver neutralizzato a pochi metri dalla propria linea di meta una insistita azione delle pisane, Le Puma vanno a riposo in vantaggio 17 – 0.

La ripersa inizia con alcuni cambi (Massellucci e Bonucci, per Cenni e Donigaglia) ed una splendida manovra da prima fase che libera Barbagli, placcata a meno di un metro dalla meta; sul conseguente raccogli e vai è capitan Bistossi a centrare la meta del bonus. Le fiorentine tengono bene il campo, Tuci e Cinquina si fanno sentire in difesa e la supremazia territoriale è legittimata dalla meta di Magro al 51', che arriva ancora una volta dopo una serie di ripartenze abrasive vicino al punto d'incontro, con altri due punti che arrivano dalla trasformazione di Di Vitantonio. Passano giusto due minuti e arriva la sesta meta de Le Puma, segnata da Bonucci (1a meta in assoluto in Serie A, per il centro di Gambassi) che rompendo un placcaggio e spingendo sulle gambe finalizza una bella combinazione dei ¾ rossoblu. Dopo altri cambi (Giovannoni, Stefani e Novelli, per Poli, Tuci e Fineschi) sul punteggio di 34 - 0 si entra nell’ultimo quarto.

Le padrone di casa continuano ad attaccare e Cirri da fondo a tutte le forze della panchina con Neri che disputa 20 minuti a buon livello da mediano di mischia, Carrabba che prende il posto di Santini all'ala e Menicacci dentro per Guerrini. Le Linci provano almeno a realizzare la meta dell'orgoglio con le ripetute percussioni di Bargagna e Watson che creano qualche grattacapo alla difesa rossoblu, ma che non portano a nessuna segnatura. Dopo qualche momento di confusione, a causa dei tanti cambi, Le Puma ritrovano ordine e vanno addirittura a segnare la settima meta di giornata con Vignozzi, che taglia la difesa avversaria dopo una bella combinazione al largo andando a schiacciare quasi sotto i pali. Dopo la trasformazione di Di Vitantonio che fissa il punteggio sul 41 – 0, rimangono una decina di minuti da giocare, ma ormai le energie di entrambe le squadre sono esaurite e non succede più nulla fino al fischio finale.

Con questa bella vittoria Le Puma guadagnano 5 preziosissimi punti in classifica, che permettono alle ragazze di Cirri di agguantare il Ferrara, al 7° posto, a quota 23 punti. Le due squadre si affronteranno domenica prossima a Ferrara nello scontro diretto che potrebbe valere il sorpasso. 
Anche il coach, Lorenzo Cirri guarda con soddisfazione alla vittoria, ma senza facili entusiasmi: “Possiamo essere soddisfatti della nostra prestazione di oggi. Sicuramente il tipo di gioco che vogliamo portare avanti è quello che abbiamo mostrato in questa partita. In una visione più ampia del match, vincere un derby, che è sempre una partita complicata dal punto di vista mentale, con delle belle azioni in attacco e con una difesa vincente nei momenti decisivi della partita, è sicuramente positivo. Vogliamo che la squadra creda in questo stile di gioco e continuiamo a lavorare per questo. Per ottanta minuti ho visto delle ragazze concentrate e coraggiose, che sono rimaste sempre dentro al piano di gioco. Le nostre skills stanno migliorando, anche se non siamo ancora soddisfatti ed in settimana analizzeremo le aree nelle quali dobbiamo crescere ancora crescere, come le uscite dai 22m ed il gioco al piede. Abbiamo segnato sette mete diverse l’una dall’altra, a testimonianza della nostra capacità di variare il gioco, credo che chi è venuto a vederci giocare abbia apprezzato. Domenica ci aspetta un'altra partita molto difficile, ma siamo confidenti, abbiamo una struttura, ci sono buone giocatrici e noi lavoriamo all’interno di un ambiente positivo, incoraggiando le ragazze a fare del proprio meglio. Vedremo alla fine quali risultati arriveranno”.

LE PUMA BISENZIO RUGBY - CUS PISA RUGBY = 41 - 0

Le Puma Bisenzio: 15 Barbagli (60' Neri), 14 Vignozzi, 13 Donigaglia (40' Bonucci), 12 Di Vitantonio, 11 Cinquina, 10 Di Tizio, 9 Santini (61' Carrabba), 8 Fineschi (52' Novelli), 7 Cenni (44' Massellucci), 6 Magro, 5 Tuci (52' Stefani), 4 Bitossi (Cap), 3 Guerrini (72' Menicacci), 2 Longaron, 1 Poli (48' Giovannoni).
All. Cirri

Tabellino:
21' mt Fineschi (5 - 0), 26' mt Di Vitantonio (10 - 0), 36' mt. Santini + trasf. Di Vitantonio (17 - 0), 42' mt. Bitossi (22 – 0), 51' mt Magro (27 – 0), 53' mt Bonucci + trasf. Di Vitantonio (34 – 0), 67' mt Vignozzi + trasf. Di Vitantonio (41 – 0).

Woman Of The Match: Cenni (Le Puma)

Nessun commento

Powered by Blogger.