Header Ads

Karakia15a

Tokyo 2020: ecco tutte le squadre

Il ritorno del rugby a sette sulla scena olimpica tra dieci giorni (26 - 31 luglio) metterà ancora una volta il rugby femminile sotto i riflettori con alcune delle migliori giocatrici del mondo che brilleranno in questa festa globale del rugby.

Sono trascorsi quasi cinque anni da quando l'Australia ha sconfitto la Nuova Zelanda 24 - 17 vincendo l'oro a Rio 2016. Proprio come i ricordi di quella notte umida al Deodoro Stadium rimangono nella mente, l'attesa ora si rivolge al Tokyo Stadium per altri sei giorni di emozionante, veloce rugby olimpico a ritmo sostenuto.

La neozelandese Portia Woodman fu la giocatrice più prolifica del torneo nel 2016, segnando 10 mete in totale, inclusa quella nella finale femminile, mentre le australiane Charlotte Caslick ed Emma Tonegato e la neozelandese Kayla McAlister hanno tutte concluso il torneo segnando sette mete

Adesso che le squadre hanno iniziato a prendere la forma definitiva per Tokyo 2020, possiamo dare un breve sguardo ad ognuna delle partecipanti. Ci saranno sicuramente diversi volti nuovi ad accendere il torneo quest'anno e battagliare per la possibilità di vincere l'oro in Giappone. 

AUSTRALIA

La notizia è che Ellia Green, una delle stelle artefici della conquista della medaglia d'oro australiana a Rio, non andrà a Tokyo. Green – la più prolifica marcatrice nella storia del seven femminile australiano – è stata esclusa dalla squadra in quella che l'allenatore australiano John Manenti ha ammesso essere la “scelta più difficile” che abbia mai fatto. Anche senza Green, la squadra femminile vanta ben 205 caps nei tornei delle World Series, guidata da Sharni Williams e Shannon Parry, che insieme ad Emma Tonegato, Evania Pelite e Charlotte Caslick disputeranno la loro seconda olimpiade.

Squadra: Shannon Parry (co-capitana), Sharni Williams (co-capitana, Faith Nathan, Dominique Du Toit, Emma Tonegato, Evania Pelite, Charlotte Caslick, Madison Ashby, Tia Hinds, Sariah Paki, Demi Hayes, Maddison Levi

BRASILE

Quattro giocatrici con precedente esperienza olimpica sono state incluse nella rosa femminile del Brasile che sarà guidata da Will Broderick a Tokyo. Haline Scatrut, Isadora "Izzy" Cerullo, Luiza Gonzalez e il capitano Raquel Kochhann hanno aiutato le Yaras a finire none nella loro prima partecipazione olimpica a Rio ed a qualificarsi una seconda volta. Le Yaras, che hanno dominato il torneo continentale sudamericano negli ultimi due decenni, gareggeranno contro Canada, Francia e Fiji nel girone B delle Olimpiadi.

Squadra: Nicolau, Luiza Gonzalez da Costa, Rafaela Zanellato, Leila Cassia dos Santos, Thalia da Silva Costa, Isadora "Izzy" Cerullo, Aline Ribeiro Furtado, Mariana Fiovaranti, Haline Leme Scatrut, Raquel Kochhann (capitana), Bianca dos Santos Silva e Thalita da Silva Costa. Le due atlete di riserva selezionate sono Eshyllen Coimbra e Gabriela Lima.

CANADA

La squadra canadese, medaglia di bronzo di Rio, include sei giocatrici che erano in campo nella finale vinta contro il Team GB che ha consentito alle canadesi di salire sul gradino più basso del podio. Ad aprire la strada sarà la capitana Ghislaine Landry. Nessuna giocatrice ha totalizzato più punti nelle World Series della canadese. L'eclettica 3/4 ha accumulato infatti ben 1.356 punti dal suo debutto contro la Russia a Dubai quasi nove anni fa. Le prolifiche finisher Bianca Farella e Britt Benn, insieme a Kayla Moleschi, Karen Paquin e Charity Williams sono le altre giocatrici che erano in campo a Rio.

Squadra: Elissa Alarie, Olivia Apps, Britt Benn, Pamphinette Buisa, Bianca Farella, Julia Greenshields, Ghislaine Landry, Kaili Lukan, Kayla Moleschi, Breanne Nicholas, Karen Paquin, Keyara Wardley, Charity Williams

CINA

Squadra che fa il suo debutto alle olimpiadi. Il nuovo capo allenatore Euan Mackintosh ha incluso nella rosa, tre dei giocatrici – Yan Meiling, Yang Feifei e Liu Xiaoqian – che hanno aiutato la Cina a vincere la medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino nel 2014. Meiling ha capitanato la squadra alla Rugby World Cup Sevens 2018 ma, in questa occasione, sarà Yan Min ad indossare la fascia di capitana. Min, 26 anni, ha fatto il suo debutto alle World Series per la Cina ad Atlanta nel 2014. Yu Xiaoming e Yu Liping l'hanno preceduta a questo proposito, essendo apparse per la prima volta alle World Series a Dubai un paio di anni prima.  La veterana è Chen Keyi, che ha partecipato a ben due Coppe del mondo di rugby a sette e ha dimostrato di essere una giocatrice di spicco per la squadra da diversi anni.

Squadra: Tang Minglin, Ruan Hongting, Wu Juan, Wang Wanyu, Liu Xiaoqian, Yan Meiling, Xu Xiaoyan, Yu Xiaoming, Yu Liping, Yang Min (capitana), Chen Keyi, Yang Feifei, Gu Yaoyao 

FIJI

La squadra figiana è considerata da molti la possibilie sorpresa di questo torneo e dopo quanto visto negli ultimi tornei di preparazione le "Fijanas" sono certo in grado di competere quantomeno per il bronzo. Gli infortuni hanno privato la squadra di due giocatrici chiave come Vani Buleki e Luisa Tisolo, ma la squadra dell'allenatore Saiasi Fuli ha ancora molta esperienza nelle World Series e, nel caso della capitana Rusila Nagasau e di Rejieli Daveua, anche esperienza olimpica. Nagasau e Daveua erano entrambe in campo a Rio 2016, dove la squadra è arrivata ottava. Le nuove arrivate ​​in squadra includono Sesenieli Donu, Reapi Uluinasau e Laisana Likuceva.

Squadra: Rusila Nagasau (capitana), Rejieli Daveua, Sesenieli Donu, Vasiti Solikoviti, Reapi Uluinasau, Tokasa Seniyasi, Viniana Riwai, Ana Naimasi, Aloesi Nakoci, Laisana Likuceva, Roela Radiniyavuna, Lavena Cavuru. Riserve: Lavenia Tinai, Ana Maria Roqica, Rejieli Uluinayau

FRANCIA

Fanny Horta, l'influente capitano della Francia a Rio 2016, è una delle quattro giocatrici a tornare per una seconda Olimpiade. È affiancata da Camille Grassineau, che ha segnato la prima meta olimpica nel rugby a sette, Lina Guerin e Shannon Izar.

Séraphine Okemba e Chloé Jacquet vengono premiate per le loro eccezionali prestazioni nel ripescaggio olimpico di Monaco con un posto in squadra. Okemba ha segnato il miglior punteggio al torneo di qualificazione finale con 10 mete.

Nel frattempo, Anne-Cécile Ciofani seguirà le orme dei suoi genitori, entrambi ex olimpionici.

Squadra: Coralie Bertrand, Anne-Cécile Ciofani, Caroline Drouin, Camille Grassineau, Lina Guerin, Fanny Horta, Shannon Izar, Chloé Jacquet, Carla Neisen, Séraphine Okemba, Chloé Pelle, Jade Ulutule, Joanna Grisez, Nassira Konde, Yolaine Yengo

GRAN BRETAGNA

Dopo essere stata inclusa nel Team GB come una delle due riserve non giocanti a Rio 2016, l'inglese Megan Jones sarà a Tokyo come co-capitano insieme ad Abbie Brown, che ha invece partecipato attivamente ai Giochi cinque anni fa. Anche Natasha Hunt dell'Inghilterra e Jasmine Joyce del Galles sono state richiamate per la seconda volta nella squadra olimpica del Team GB. La squadra include anche, Deborah Fleming, la miglior marcatrice dell'Inghilterra durante la HSBC World Rugby Sevens Series 2018 e la vincitrice della Coppa del Mondo di Rugby a 15s nel 2014 Alex Matthews, che porteranno una preziosa esperienza alla compagine del Team GB. L'obiettivo è fare meglio di cinque anni fa, quando il Team GB fu sconfitto nella finale per la medaglia di bronzo dal Canada. Tra le altre giocatrici che debuttano alle Olimpiadi, l'inglese Celia Quansah porterà un po' di esperienza ai Giochi, avendo anche rappresentato il suo paese nell'eptathlon e vinto l'oro nel salto in lungo ai Giochi scolastici del Regno Unito del 2011 prima di passare al rugby. Si è unita al programma England Sevens da Loughborough Lightning nel 2018.

Squadra: Celia Quansah, Deborah Fleming, Alex Matthews, Abbie Brown (co-capitana), Abi Burton, Holly Aitchison, Natasha Hunt, Megan Jones (co-capitana), Helena Rowland, Hannah Smith, Emma Uren, Jasmine Joyce, Lisa Thomson, Rhona Lloyd (riserva)

GIAPPONE

Le co-capitane Mayu Shimizu e Bativakalolo Raichelmiyo guideranno il Giappone ai Giochi casalinghi di quest'anno mentre le Sakura Sevens cercheranno di avere un impatto maggiore di quello che hanno avuto al loro debutto alle Olimpiadi a Rio 2016. Mentre il rugby femminile continua a farsi strada in Giappone, le Sakura Sevens sperano di mostrare costanti miglioramenti, avendo terminato il girone dopo le sconfitte contro Canada, Gran Bretagna e Brasile cinque anni fa, prima di perdere di nuovo contro le padroni di casa del Brasile nella finale per il nono posto. Anche Ayaka Suzuki e Mio Yamanaka, che facevano parte della squadra giapponese di Rio, sono state selezionate tra le quattro riserve per le Olimpiadi di quest'anno.

Squadra: Mei Ohtani, Marin Kajiki, Mifuyu Koide, Mayu Shimizu (co-capitana), Miyu Shirako, Honoka Tsutsumi, Hana Nagata, Bativakalolo Raichelmiyo (co-capitana), Wakaba Hara, Yume Hirano, Haruka Hirotsu, Rinka Matsuda

KENIA

La capitana Philadelphia Olando è una delle tre sopravvissute della squadra che ha giocato alle Olimpiadi di Rio nel 2016, le altre sono Sheila Chajira e Janet Okello. Le Leonesse sono state inserite in un girone di ferro, la Pool A, dove affronteranno Nuova Zelanda, Russia e Gran Bretagna. Stella Wafula, Christabel Lindo, Diana Awino e Vivian Akumu sono state richiamate e ora hanno la possibilità di fare colpo sul più grande palcoscenico dello sport mondiale. A Rio, per il Kenya arrivò solo una vittoria nella finale per l'11° posto contro la Colombia, vittoria utile solo per slavare l'onore ed impedire alle Lioness di arrivare ultime nella competizione.

Squadra: Philadelphia Olando (capitana),Sheila Chajira, Stellah Wafula, Christabel Lindo, Leah Wambui, Judith Auma, Vivian Akumu, Sarah Oluche, Grace Adhiambo, Cynthia Atieno, Janet Okello, Sinaida Aura, Diana Awino

NUOVA ZELANDA

La squadra delle Black Ferns Sevens è capitanata da Sarah Hirini e comprende sette giocatrici che hanno vinto una medaglia d'argento alle ultime Olimpiadi: Kelly Brazier, Gayle Broughton, Theresa Fitzpatrick, Tyla Nathan-Wong, Ruby Tui, Portia Woodman e Michaela Blyde. Tui, Woodman e Blyde, che era una riserva itinerante nel 2016, hanno tutte ricevuto il premio World Rugby Women's Sevens Players of the Year da allora. Risaleaana Pouri-Lane di Bay of Plenty potrebbe completare un doppio unico vincendo sia la medaglia d'oro ai Giochi Olimpici della Gioventù che ai Giochi Olimpici. Pouri-Lane è stata capitana della Nuova Zelanda ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires nel 2018. Da quando hanno vinto la medaglia d'argento a Rio, le Black Ferns Sevens sono stati incredibilmente dominanti, vincendo 16 dei 22 tornei delle World Series, la Rugby World Cup Sevens e l'oro dei Commonwealth Games. 

Squadra: Portia Woodman, Sarah Hirini (capitana), Ruby Tui, Tyla Nathan Wong, Theresa Fitzpatrick, Stacey Fluhler, Michaela Blyde, Alena Saili, Risaleaana Pouri-Lane, Kelly Brazier, Gayle Broughton, Shiray Kaka

COMITATO OLIMPICO RUSSO (ROC)

Dopo aver capitanato la Russia alla Coppa del mondo di rugby a sette 2018, Alena Tiron ha la possibilità di guidare nuovamente la squadra in un torneo importante. Tiron, DHL Impact Player per le World Series 2019, guida una squadra esperta che include l'ex capitana Nadezhda Sozonova e la prolifica marcatrice Elena Zdrokova. A 30 anni, Baizat Khamidova è la giocatrice più vecchia della squadra. Proveniente dell'Enisei-STM è la miglior marcatrice della Russia nella storia delle World Series ed è diventata la prima giocatrice russa a giocare in 30 tornei del circuito quando è scesa in campo a Glendale lo scorso anno. Al contrario, Mariya Pogrebnyak deve ancora fare il suo debutto nelle World Series.

Squadra: Daria Noritsina, Mariya Pogrebnyak, Daria Shestakova, Alena Tiron, Baizat Khamidova, Iana Danilova, Kristina Seredina, Marina Kukina, Daria Lushina, Elena Zdrokova, Nadezhda Sozonova, Anna Baranchuk

USA

La squadra americana è una delle favorite per le medaglie pesanti e forse una delle poche in questo momento a poter impensierire la Nuova Zelanda. Lauren Doyle e Alev Kelter sono state convocate per la loro seconda Olimpiade. Kelter fu autrice di ben cinque mete a Rio 2016, inclusa quella nella finale per il quinto posto del Team USA contro la Francia, che ha visto le americane vincere 19 - 5. Abby Gustaitis e Kristen Thomas guideranno la squadra delle Eagles a Tokyo 2020 come co-capitane, mentre 10 delle 12 giocatrici selezionate faranno il loro debutto alle Olimpiadi. Nana Fa'avesi, che faceva parte della squadra delle Eagles a Rio nel 2016, si unirà alla squadra come una delle due riserve viaggianti. La squadra comprende anche Ariana Ramsey, che deve ancora esordire nelle HSBC World Rugby Sevens Series , ma si è guadagnata il suo posto dopo aver messo in campo una grande prestazione ai Pan American Games di Lima 2019, dove gli Stati Uniti hanno vinto l'argento.  

Squadra: Kayla Canett-Oca, Lauren Doyle, Cheta Emba, Abby Gustaitis (co-capitana), Nicole Heavirland, Alev Kelter, Kristi Kirshe, Ilona Maher, Jordan Matyas, Ariana Ramsey, Naya Tapper, Kristen Thomas (co-capitana), Nia Toliver, Kasey McCravey (riserva viaggiante), Nana Fa'avesi (riserva viaggiante)

Nessun commento

Powered by Blogger.